Economico, pratico e leggero. Tre aggettivi che sintetizzano perfettamente le indubbie qualità del cartongesso, materiale formato molti strati di cartone, sovrapposti, pressati e impregnati di gesso.

Il cartongesso è una soluzione sempre più adottata sia nel design d’interni che per gli arredamenti. Questo materiale offre la possibilità di realizzare quasi di tutto, da una parete attrezzata a una cabina armadio. Vediamo insieme, in questo caso, come realizzare una libreria in cartongesso.

Libreria in cartongesso: requisiti e occorrente

Ovviamente, anche se può apparire superfluo dirlo, il primo requisito che dovrai avere per realizzare una libreria in cartongesso, sarà di avere un minimo di dimestichezza con il fai-da-te. Il grado di esperienza con questa “disciplina” determinerà ovviamente anche i tempi di lavorazione, che mediamente si attestano attorno ai due/tre giorni.

Con questa consapevolezza, ora armati di carta e matita e realizza il disegno, il progetto della libreria che andrai a realizzare, con quote e misure. Così facendo, potrai capire quante mensole serviranno e di conseguenza quanti pannelli di cartongesso ti occorrerà acquistare. Se rientri nella categoria di chi si cimenta tranquillamente nel “fare e disfare”, il secondo passo che dovrai compiere, in base alle dimensioni e al disegno della libreria da realizzare, sarà scegliere le misure delle lastre di cartongesso da comprare.

In commercio esistono diverse tipologie di lastre, 90×120 cm, 120×300 cm e altre, con spessori variabili dai 10 mm ai 13 mm.

Per quanto concerne i costi, devi sapere che mediamente il prezzo di una lastra 120×300 cm con uno spessore di 13 mm viaggia attorno ai 10 €.

Insieme ai pannelli, ci sono una serie di oggetti che non dovranno mancare all’appello per costruire una libreria in cartongesso. Quindi, per non perdere tempo nell’interrompere la lavorazione a causa della mancanza di qualcosa, preoccupati di fare una lista e di integrare ciò che ti manca. Saranno indispensabili:

  • un buon trapano che possa lavorare anche come avvitatore;
  • un metro, una livella, un cutter, una forbice specifica per il metallo e una matita;
  • guide e montanti, filo di battuta, tasselli con vite, paraspigoli e nastro biadesivo;
  • stucco, silicone, carta vetrata e pittura specifica per cartongesso.

Libreria in cartongesso: come fare

Ora che hai tutto l’occorrente e il progetto è pronto, dovrai cominciare a realizzare lo scheletro, quindi una struttura di metallo che avrà il compito di sostenere il tutto.

Sulla parete dove posizionerai la libreria, segna le posizioni esatte delle guide, prendendo le misure con il metro e aiutandoti con il filo di battuta. Una volta prese le misure corrette, riportale sulle guide, tagliale e con trapano e biadesivo fissale alla parete, insieme ai montanti posizionati ogni 60 cm lungo tali guide.

Una volta posizionate le guide, dovrai cominciare a tagliare le lastre di cartongesso, aiutandoti con un cutter dalla lama molto affilata. Usa una semplice accortezza: ai bordi di taglio, un angolo di inclinazione di 45°, perché così facendo le giunzioni saranno quasi invisibili. Successivamente prendi le lastre a misura e posizionale sulle guide, fissandole con le viti apposite, accertandoti che la testa di tali viti penetri bene sotto la superficie della lastra, anche in questo per farle risultare invisibili.

Prima di procedere ulteriormente, assicurati che ciò che hai fissato sia perfettamente “in bolla” con la livella e subito dopo sarai pronto per fissare i paraspigoli, con le viti o con lo stucco. La fase successiva sarà poi quella della stuccatura e della siliconatura degli spigoli.

Terminata tale fase, armati di un po’ di pazienza e, con una carta vetrata di adeguata grammatura, cerca di rendere tutte le superfici lisce al tatto, per poi procedere alla verniciatura con pitture specifiche per il cartongesso. Ricorda, per avere un risultato soddisfacente alla vista, dovrai dare almeno due mani di pittura.

Valentina Carrai
Giornalista pubblicista, ho deciso di accettare la proposta di diventare vice-direttore di coseecase.it . Innamorata pazza della creatività e delle piante. Amo il giardinaggio, perchè mi rilassa. Adoro fare sport all'aria aperta, per poi concedervi una buona serie TV.