La cura del proprio giardino rappresenta una passione e un piacere per tutti coloro che si impegnano ad ottenere un piccolo angolo di paradiso nei pressi di casa.

Non poche volte, tuttavia, sorgono alcuni problemi, molto fastidiosi, legati alla natura stessa dei giardini, come, ad esempio, quando ci si ritrova ad avere il giardino pieno di formiche.

Questo fenomeno si verifica, in particolare, alla fine dell’inverno, quando la vegetazione inizia a germogliare nuovamente e, proprio in questo periodo di rinascita, cresce il pericolo di infestazione del giardino da parte delle formiche.

Eliminare la minaccia costituita da questi insetti è una questione di assoluta importanza, poiché le formiche sono capaci di provocare gravi lesioni a tutto il giardino, ma, più di ogni altra cosa, alle piante giovani che sono germogliate da poco tempo e ai semi appena interrati.

Le minacce derivanti dalla presenza delle formiche nel proprio giardino

E’ importante, innanzitutto, comprendere quali sono i danni, gravi e irreversibili se non si interviene tempestivamente, che questi insetti hanno la capacità di provocare al proprio giardino.

Soprattutto nei mesi primaverili e quelli estivi è molto elevato il pericolo che le formiche arrivino ad infestare il giardino in maniera massiccia, creando diversi formicai e andandosi ad annidare nelle piante, cespugli e alberi, oltre che negli orti.

Le formiche rappresentano una minaccia diretta nei confronti degli alberi da frutto, ma possono, in maniera meno diretta, anche collaborare alla distruzione di tutte le altre piante.

Infatti, è risaputo che le formiche sono capaci di attaccare i frutti nutrendosi della polpa e provocando danni ingenti a causa del loro comportamento collettivo, infatti presentandosi come insetti altamente sociali, riescono a colpire gli alberi da frutto in grandi masse e, di conseguenza, hanno un impatto molto elevato su di essi.

In aggiunta, le formiche sono naturalmente attratte dalle sostanze dal sapore dolce che vengono prodotte da molti insetti, come gli afidi, da cui sono richiamate anche nei pressi di piante che, normalmente, non costituirebbero un bersaglio abituale.

Inoltre, le formiche sono capaci di creare dei solchi nel terreno che, se vengono scavati nei pressi delle radici, possono bloccare la circolazione dell’acqua e delle sostanze nutritive che si trovano nel suolo e, così facendo, riescono ad interrompere il sostentamento di cui si nutrono le piante.

Invasione di formiche in giardino: i migliori rimedi naturali

Nel momento in cui ci si rende conto della presenza considerevole di formiche in giardino, si può ricorrere a dei rimedi completamente naturali e sicuri, sia per la salvaguardia dell’ambiente e della vegetazione presente, sia per evitare di provocare danni al proprio organismo.

Infatti, servirsi di sostanze artificiali come spray pesticidi o polveri sintetiche per eliminare il problema dell’infestazione di formiche, dovrebbe essere considerata l’ultima risorsa a cui approcciarsi poiché, soprattutto se usate senza moderazione e in maniera non corretta, questi prodotti possono rivelarsi molto tossici provocando danni sia alle piante che alla salute di coloro che li utilizzano.

Dunque, è consigliabile un primo approccio completamente naturale utilizzando diversi rimedi, come ad esempio, mescolare in una combinazione unica del bicarbonato di sodio e dello zucchero in polvere: questa miscela è capace, in un primo momento, di attirare le formiche, grazie al sapore dolce dello zucchero e, in seguito, di eliminarle nel momento in cui si cibano del bicarbonato.

Bisogna, tuttavia, evitare che questa miscela si bagni con l’acqua poiché perderebbe la sua efficacia. Inoltre, questo rimedio totalmente naturale rappresenta uno strumento che agisce a lungo termine e su larga scala, in quanto le formiche, oltre a cibarsene nel luogo dov’è stato sparso, lo trasportano nel proprio formicaio dove il bicarbonato agirà anche sugli altri insetti che sono presenti al suo interno.

Un altro rimedio molto efficace per ridurre la possibilità di infestazioni di formiche consiste nel piantare Maggiorana o Tanaceto che, grazie alle loro particolari essenze profumate, sono capaci di allontanare le formiche dalle zone del giardino in cui si trovano.

In aggiunta, ulteriori strumenti repellenti per le formiche sono rappresentati dai fondi del caffè oppure dall’utilizzo dell’aceto da spruzzare, magari grazie a un contenitore spray, nei pressi del formicaio o, comunque, nelle diverse zone del giardino che possono costituire punti di maggiore rischio di infestazione. Questi metodi non eliminano le formiche, ma sono altamente efficaci nel respingere e nel prevenire il loro avvicinamento.

Quando utilizzare prodotti specifici per eliminare le formiche e rivolgersi a professionisti

Nel caso in cui si presenti un’invasione di formiche nel proprio giardino e ci si renda conto che si tratta di un problema grave, che non può essere risolto tramite l’utilizzo di metodi artigianali e non professionali, è necessario ricorrere a prodotti appositi, quali insetticidi chimici, in polvere o in spray, che vanno distribuiti nei pressi del formicaio e al suo interno.

Questi prodotti sono capaci, in maniera selettiva e rapida, di eliminare tutte le formiche. Tuttavia, se il formicaio si presenta resistente e più tenace da estirpare rispetto al previsto, bisogna necessariamente rivolgersi a professionisti, che hanno le competenze, anzitutto, per valutare l’estensione dell’invasione e, in secondo luogo, per intervenire in maniera definitiva.

Simona Serni
Ho da poco conseguito la Laurea in Scienze della Comunicazione. Da sempre appassionata di home & diy con un occhio particolare al vintage. Il mio obiettivo in coseecase.it è dare utili strumenti a chi vuole arredare la casa in autonomia, personalizzandola secondo i propri gusti in tema di design.