Vuoi realizzare delle saponette a casa tua, ma non sai come fare? Nessun problema, ti spiegheremo come crearle in pochi semplici passi.

Sapone fai da te: l’arte del riciclo

Realizzare saponette profumatissime in casa è un’attività divertente, ma, soprattutto, importante per l’ambiente. Infatti, con pochi semplicissimi ingredienti naturali puoi risparmiare denaro, evitare di acquistare prodotti industriali e riciclare ciò che sembra non servirti più.

Inoltre, potrai personalizzare il prodotto con le tue profumazioni e forme preferite.

Per fare il sapone a casa si utilizza il tradizionale metodo della lisciviazione, ma, ad oggi, è possibile utilizzare kit già pronti oppure altri procedimenti più semplici. Scopriamo quali sono i modi più facili per realizzare il sapone fai da te.

Sapone fai da te: gli ingredienti

sapone fai da te

Per poter avviare la preparazione delle tue saponette devi procurarti degli oli essenziali a tuo piacimento, olio extravergine d’oliva, semplice sapone di Marsiglia, scorze di agrumi come limone e arancia.

Gli strumenti che ti servono sono grattugia, frullatore, un foglio di carta velina e degli stampi in plastica. Puoi anche decidere di creare stampi riciclando vecchi contenitori per alimenti, teglie, vaschette o altri imballaggi. È necessario, però, che questi siano sempre in plastica poiché il sapone non può restare intrappolato nella forma e, soprattutto, alterare le sue naturali capacità.

Sapone fai da te: la ricetta tradizionale

Se hai deciso di creare il tuo sapone da zero devi iniziare tagliando le scorze di due agrumi come arance o limone. Tutti i pezzi ricavati andranno in frullatore e assieme a un bicchiere d’acqua. Frulla il tutto a velocità massima in modo da ottenere un composto fluido, ma uniforme. Dopo tale passaggio, versa tutto in una pentola capiente e aggiungi il sapone di Marsiglia tagliato a scaglie, quindi calcola una forma da 300 grammi. Per realizzare ciò usa la grattugia e unisci il tutto al preparato.

Il composto deve essere portato a bagnomaria e restare così per almeno 15 minuti, mescolando ogni tanto con cura. Quando il sapone sembra ammorbidirsi versa un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e un altro dell’essenza scelta. A questo punto continua a mescolare per un po’ di tempo in modo che tutto si amalgami alla perfezione.

Ora spolvera con del borotalco gli stampi, quindi versa il preparato e attendi la solidificazione che avverrà in breve tempo. Ora estrai il sapone e adagia le forme sul foglio di carta velina e lascia che si secchi alla perfezione ogni pezzo. Il tempo minimo è di circa 5 giorni. Ogni tanto ricorda di capovolgere le saponette in modo che il risultato sia uniforme.

Sapone fai da te: le alternative possibili

Se non vuoi cimentarti in questa operazione che può sembrare difficoltosa, allora puoi acquistare un kit adatto proprio per preparare il sapone in casa. In queste confezioni è presente un profumo e della glicerina vegetale. Basta versare questi due ingredienti in pentola e lasciare che si cucini il tutto a bagnomaria. A questo basta aggiungere solo la profumazione che desideri e lasciare essiccare il tutto secondo le istruzioni.

Se, invece, hai deciso di utilizzare una base già pronta, disponibile in commercio, allora devi procurarti del sapone di Castiglia che nasce dalla liscivia naturale e glicerina di natura vegetale. Il prodotto va sciolto, anche in questo caso, a bagnomaria. Puoi sempre aggiungere la profumazione che desideri, fiori secchi, oli vettori o burro di cacao, solo se desideri prodotti idratanti.