I giardini provenzali sono degli ambienti outdoor molto intriganti e affascinanti, che richiamano la quiete e la sinuosità delle campagne della Provenza.

Questa regione francese si colloca in una posizione geografica straordinaria, tra le Alpi e il Mediterraneo, godendo di temperature gradevoli durante tutti i mesi dell’anno. I giardini provenzali si distinguono per la loro rustica eleganza, incantevoli aree dove la natura si mostra docile e accogliente. Qui l’uomo si accosta all’ambiente in modo rispettoso e ne gode i frutti migliori. Ricreare questi scenari suggestivi nel proprio giardino è una nuova tendenza che si sta diffondendo sempre più nel nostro Paese. Ma quali sono gli strumenti per creare uno splendido giardino provenzale?

Com’è un giardino provenzale

Per poter creare il proprio giardino in stile provenzale è importante comprendere prima quali sono le specialità che caratterizzano questo paesaggio. La Provenza è una terra nota per le sue campagne spaziose, arricchite da strutture rustiche realizzate in pietra e immense distese di vegetazione, generalmente di lavanda.

I colori che caratterizzano i giardini provenzali sono tenui, come il verde delle piante, punteggiati dalle cromature pastello dei fiori, come lilla, azzurro, bianco e giallo. Le campagne della Provenza sono arricchite da muretti bassi costruiti in pietra e piccoli sentieri realizzati con piastrelle in terracotta. Sono presenti molti pozzi e fontane utilizzati in origine per sconfiggere la siccità e vi sono stradine contornate di ghiaia. La praticità e la semplicità dello stile provenzale traspaiono in ogni dettaglio, ecco che è importante perfezionare ogni elemento e individuare la soluzione stilistica che si sposa meglio con il proprio angolo verde.

Quali piante inserire in un giardino provenzale

Uno degli aspetti che determinano il profilo di un ambiente outdoor è la scelta della vegetazione. Le piante sono estremamente differenti tra loro e giocano un ruolo fondamentale nel designare uno stile specifico. Ogni esemplare ha una conformazione distinta e dona al contesto un’impronta esclusiva.

Le piante da preferire in un paesaggio provenzale sono quelle che sfoggiano forme sinuose e cromature delicate come la lavanda, le ortensie, i gelsomini e le petunie.

All’interno del giardino provenzale è bene conservare un corner anti stress, per godersi un po’ di frescura durante le stagioni calde. A tal proposito è opportuno introdurre un gazebo con scheletro in ferro, interamente ricoperto da piante rampicanti come il glicine, la buganvillea, il platano o il profumatissimo gelsomino, un vero alleato contro le alte temperature. Per abbellire il giardino e dare al contempo un pizzico di vivacità alla location, si possono adagiare sul terreno delle capienti giare o vasi, con dentro ortensie o gerani.

Un tocco di shabby al giardino provenzale

Lo stile shabby è una nuova tendenza che sta invadendo i giardini di tutt’Europa. Si tratta di uno stile vintage, che propone un design antichizzato, ma estremamente chic e raffinato. Il tono principale dello shabby è il bianco, colore che si inserisce in modo impeccabile con lo stile provenzale.

Per rendere il giardino ancora più affascinante e attraente si consiglia di prendere pennelli alla mano e rispolverare vecchi oggetti, come lanterne, cestini in vimini, cassettiere e perché no… anche una vecchia bicicletta. Con della carta vetrata e una spennellata di vernice bianca il giardino provenzale avrà una marcia in più. Questi oggetti shabby possono essere disposti con parsimonia nel giardino, nei sentieri e nelle aree adibite ai pasti all’aperto. Altalene, tavoli e sedie tinteggiate di bianco, si inseriranno armoniosamente con la flora sempreverde del giardino provenzale, definendo un outdoor raffinato e grazioso.

Valentina Carrai
Giornalista pubblicista, ho deciso di accettare la proposta di diventare vice-direttore di coseecase.it . Innamorata pazza della creatività e delle piante. Amo il giardinaggio, perchè mi rilassa. Adoro fare sport all'aria aperta, per poi concedervi una buona serie TV.