Devi arredare il tuo giardino, ma non sai da dove iniziare? Se sei un amante del vintage, ma al tempo stesso non vuoi rinunciare a un tocco di eleganza, allora lo stile Shabby Chic fa al caso tuo!

Tra le tendenze più gettonate degli ultimi anni, lo Shabby Chic coniuga una studiata trasandatezza (shabby in inglese significa usurato, trasandato) ad una raffinatezza sobria, chic appunto.

Per ricreare questo stile british nel proprio giardino, basta seguire qualche piccolo accorgimento e avere un pizzico di creatività.

Oggetti di recupero e fai-da-te

Protagonista dello shabby chic è indubbiamente il gusto vintage. Per ottenere questo sapore retrò risultano particolarmente efficaci gli oggetti di recupero, posizionati in un ordine apparentemente casuale, ma in maniera armonica.

Molto comune è l’impiego di mobili grezzi o antichizzati, ma soprattutto è caratteristico l’utilizzo di materiale di recupero reinventato in funzione di arredo grazie a un lavoro di riciclo creativo. Divertiti con il bricolage, reinventando la funzionalità di un vecchio oggetto, per abbellire il tuo giardino in stile anglosassone!

La delicatezza dei colori pastello

Se il re della tavolozza shabby chic è sicuramente il bianco, non va assolutamente sottovalutato il ruolo fondamentale che svolgono le tonalità pastello nel conferire una raffinata armonia all’arredamento.

Nel ritinteggiare mobili e infissi, opta sempre per il bianco o per colori chiari e tenui, che riflettano la delicatezza del giardino shabby chic.

Per rendere più romantica l’atmosfera, puoi accendere il tuo giardino con la luce soffusa di alcune candele, magari collocate all’interno di caratteristiche lanterne o in più originali barattoli di vetro.

Non dimenticare i fiori!

In ogni giardino che si rispetti non possono assolutamente mancare i fiori.

Lo stile Shabby Chic fa del giardino la cornice dei suoi fiori, selezionati con particolare cura e che rivelano anche in questo caso l’attenzione per le tonalità più tenui.

Il fiore shabby chic per eccellenza è la rosa, ma riflettono efficacemente questo stile raffinato anche fiori come la peonia, la lavanda, il tulipano, l’ortensia, il glicine, il mughetto.

Arricchisci con raffinate composizioni floreali ogni angolo del giardino e non dimenticare dei piccoli portafiori anche sui tavolini, le mensole, gli scaffali.

Fondamentale è la scelta dei vasi, che deve rispecchiare l’anima vintage e romantica dello stile Shabby Chic. Molto indicati sono quelli in legno o effetto legno, di colore bianco o comunque dalle tinte pastello. Crea effetti antichizzati durante la verniciatura per non perdere il gusto retrò.

Come portafiori, oltre a quelli convenzionali, puoi inoltre utilizzare gli oggetti più originali: innaffiatoi, secchielli di latta, tazze di ceramica, ma anche – perché no? – vecchi scarponi.

I fiori dominano la scena anche sui tessuti: realizza dei cuscini con stoffe bianche con motivi floreali per rendere l’atmosfera ancora più raffinata e accogliente!

Ricorda che sono i dettagli a fare la differenza, quindi impreziosisci il tuo giardino con pizzi e merletti per quel tocco di romanticismo in più e non trascurare l’abbinamento di materiali e colori all’insegna di una raffinata armonia.

Simona Serni
Ho da poco conseguito la Laurea in Scienze della Comunicazione. Da sempre appassionata di home & diy con un occhio particolare al vintage. Il mio obiettivo in coseecase.it è dare utili strumenti a chi vuole arredare la casa in autonomia, personalizzandola secondo i propri gusti in tema di design.