Comunemente l’idea della casa è associata in maniera immediata all’idea di mattone, che a sua volta, ci evoca forza, solidità, resistenza. Celebre è la fiaba in cui la casa di mattoni resiste tenacemente al lupo, che con un soffio aveva distrutto, invece, la casetta fatta di paglia e quella costruita in legno.

Il mondo dell’edilizia è in continua evoluzione e vira sempre di più verso l’utilizzo di materiali ecosostenibili per un maggiore risparmio energetico. Tra questi spicca proprio il legno per i numerosi vantaggi che presenta.

 

Case in legno: diffuse varie tipologie

Ad oggi è ben consolidato l’utilizzo del legno per alcune tipologie di costruzioni edilizie. L’impiego di tale fabbricato va ben oltre quello del tipico chalet espositivo nei caratteristici mercatini natalizi.

Molto diffuse sono le casette in legno da giardino, che possono essere adibite al deposito di attrezzi da lavoro o legna.

Esistono, poi, le case in legno abitabili, perfettamente coibentate e molto confortevoli, che fungono da depandance per gli ospiti o piccoli home office nel giardino di casa o da strutture abitative nei villaggi turistici o ancora da case private, per lo più immerse nella natura.

Di dimensioni ridotte, ma adeguate a tutti gli standard di sicurezza richiesti dalla normativa vigente, sono le casette in legno per i bambini. Fate attenzione alle varie certificazioni, nel caso vogliate acquistarne una.

 

I vantaggi del legno per la casa del futuro

Il legno non può essere ignorato nel campo dell’edilizia e infatti il suo utilizzo è sempre più diffuso anche per la costruzione di dimore abitate tutto l’anno. È un materiale semplice e naturale, reso innovativo dai grandi vantaggi che presenta. Eccone alcuni:

 

  • Sostenibilità: il legno, oltre ad essere una risorsa ecologica e rinnovabile, è un materiale naturale composto da fibre traspiranti che garantisce un ottimo isolamento termico e consente di abbattere i costi del riscaldamento. Si può parlare di sostenibilità su due livelli: ambientale ed economica.

 

  • Sicurezza: la leggerezza della costruzione in legno garantisce un alto livello di stabilità e solidità, senza compromettere la staticità dell’edificio. Ecco perché le costruzioni in legno sono particolarmente consigliate nelle zone ad elevato rischio sismico. Inoltre i pannelli di legno compresso sono più resistenti al fuoco rispetto al calcestruzzo.

 

  • Salubrità: le pareti in legno possono assicurare la completa coibentazione degli ambienti interni e quindi la naturale regolazione della temperatura e dell’umidità dell’abitazione, prevenendo così la formazione di funghi e muffe. Ne guadagna la qualità dell’aria.

 

  • Praticità: i tempi di costruzione sono molto più veloci rispetto a quelli richiesti da una casa in mattoni. Questo consente anche di tenere esposto meno a lungo il telaio dell’edificio agli agenti atmosferici, che potrebbero causare danni strutturali.

 

Queste caratteristiche tipiche del legno permeano le pareti della casa, rendendola un ambiente confortevole e accogliente, dove chi la abita possa vivere un’innovativa esperienza di benessere ed ecosostenibilità.

Antonio Baldani
Laureato nel 1985 in Legge, mi occupo di scrittura e comunicazione su carta stampata, tv, radio e web. Ho i capelli bianchi, ma sono giovane dentro :) Sono appassionato di bricolage, manutenzione della casa e investimenti immobiliari. Non potrei mai rinunciare agli amici, al mare, ai viaggi, alla pizza e al mio gatto.